Pannelli fonoassorbenti LvB per la sede di Engie a Padova

Fonoassorbenza e comfort acustico: l’ufficio open space

Un progetto per un ufficio open plan a Padova che ha richiesto l’inserimento di pannelli acustici per regolare il riverbero e aumentare il comfort acustico.

Con l’architetto Marco Furlan abbiamo bonificato un open plan ad uso uffici a Padova. L’intervento si è concentrato su pannelli acustici divisori verticali OPERETTA fissati su scrivanie esistenti, con ferramenta studiata appositamente e raggiatura a disegno. A soffitto invece l’architetto ha posizionato pannelli fonoassorbenti MELODIA rotondi di diverso diametro, con colori e altezze diverse per movimentare il controsoffitto dell’ufficio.

L’intervento, su espressa richiesta del cliente ha avuto anche un supporto tecnico di misurazioni acustiche pre e post intervento eseguite dall’ing. Francesco Bonomini, Tecnico Competente in acustica, su cui torneremo con un post interamente dedicato.

I pannelli OPERETTA sulle scrivanie sono stati posizionati su supporti esistenti richiedendo la costruzione di ferramenta ad hoc per l’aggancio. L’altezza dei pannelli acustici è calcolata in modo da separare le fonti delle emissioni sonore dai ricevitori. In poche parole i pannelli OPERETTA sono stati posizionati per evitare che il rumore prodotto dalle persone al telefono (fonte) fosse separato dalle orecchie dei colleghi (ricevitore).

Oltre ai pannelli fonoassorbenti su scrivania sono stati inseriti per tutta la lunghezza della sala dei pannelli circolari pensili MELODIA, a varie altezze, concentrati sui gruppi di scrivania, per bloccare le prime riflessioni sul soffitto.

Nel range del parlato (400-4000 Hz), abbiamo ottenuto un abbattimento medio intorno al 30% del tempo di riverberazione, ottenendo per alcune frequenze un abbassamento considerevole.

I pannelli fonoassorbenti OPERETTA LvB Acoustics permettono l’uso di pin per l’attacco delle cose da tenere sempre ben in vista, come i disegni fatti da tuo figlio!

Rumore e produttività: comportamenti migliorativi

Da questa esperienza sono emersi anche alcuni consigli di comportamento e progettazione che potrebbero essere utile anche a chi lamenta gli stessi problemi in ambienti simili.

Infatti il ‘rumore’, che viene indicato come la maggiore causa de è generato non solo dal riverbero ma anche da cattivi comportamenti o layout inappropriati soprattuto degli open space (o open plan come sarebbe più corretto chiamarli).

  • Conversazioni : ho potuto notare che molte conversazioni, sia telefoniche, che fra colleghi, vengono svolte in piedi, tra le scrivanie o passeggiando con l’auricolare introno al posto di lavoro. Una persona in piedi, nella conformazione progettuale della stanza emette un suono da una posizione che non è ‘schermata’. I pannelli scrivania sono pensati per essere utilizzati da persone sedute. Per ovviare al problema, a parte un uso più assiduo della sala break per le conversazioni a più persone, possiamo consigliare Quiet spots formati da divani con sponde alte tipo il nostro divano EFF o Phone Booth come il nostro SOPRANO a parete per meglio isolarsi quando si parla al telefono e non si vuole rimanere seduti.
  • Musica di sottofondo : Con il basso riverbero che attualmente viene misurato (mi riferivo all’ufficio bonificato ndr.), le conversazioni di una postazione potrebbero essere troppo ‘intellegibili’ ai vicini non interessati. Con un adeguato mascheramento acustico con musica o, meglio, suoni diffusi nell’ambiente, si potrebbe evitare che le conversazionisiano troppo chiare per quelli a cui non sono destinate. I pannelli fonoassorbenti LvB sono predisposti per inserimento di casse bluetooth per l’emissione di musica o effetti di mascheramento.
MezzoSoprano: il phone boot da scrivania
Soprano: Phone Boot da parete

Pannelli fonoassorbenti LvB negli headquarters di Targa Telematics a Treviso

Un progetto di Fonoassorbenza e comfort acustico

Un progetto di interior design di Luca Facchini di UbisThree ha creato ambienti dinamici, giovani e confortevoli negli headquarters di Targa Telematics a Treviso con con pannelli fonoassorbenti LvB Acoustics. Il progetto, che coinvolge diverse aree, ha sfruttato tutta la capacità dei pannelli LvB Acoustics a lavorare insieme ai designer per creare sempre nuove soluzioni acustiche.

I pannelli SONATA qui sono stati allungati per coprire la quasi totalità della parete, amplificando il gioco tridimensionale dei diversi spessori e delle diverse larghezze.

I soffitti sono immersi in una varietà di pannelli MELODIA con luce indiretta, di diversi colori. I pannelli LvB acoustics infatti possono essere proposti in più di SESSANTA colori, solo con le cartelle base, senza contare il C.O.M.

L’area dei programmatori, circoscritta e ‘coccolata’ tra pannelli mobili (e orientabili!) OVERTURE e pannelli pensili QUARTETTO, ha utilizzato tutti prodotti di serie.

La sala riunione ha invece sfoggiato dei pannelli MELODIA appositamente preparati per accogliere le luci scelte dall’interior Luca Facchini.

LvB Acoustics per TARGA TELEMATICS

Le parole valgono più di mille grafici

Alla fine del progetto abbiamo ricevuto dal cliente una mail in cui ci teneva ad informarci:


[I Pannelli fonoassorbenti] sono molto belli. E funzionano bene, in area programmatori abbiamo abbattuto il riverbero in modo significativo.

che è sempre una bella soddisfazione.

Come sapete con il nostro software per calcolare il riverbero, possiamo stimare (sempre con parametri indicativi) la quantità di materiale LvB Acoustics necessario per rendere efficace l’intervento dei nostri pannelli, ma ci fa sempre piacere che, oltre alla ‘fredda’ matematica, anche l’utente ne apprezzi appieno il comfort.

Se anche voi volete chiedere un intervento per il vostro progetto potete compilare il modulo QUI o contattarci direttamente, potremmo aiutarvi a inserire i pannelli fonoassorbenti LvB acoustics nella posizione e nella quantità più utile.

E anche il designer Luca Facchini, con cui abbiamo elaborato i pannelli in sala riunione, pannelli acustici con l’inserimento della luce a sospensione, ci ha detto:


Io sono molto soddisfatto, […] La combinazione fonoassorbenza e illuminazione è molto intelligente; […] è un oggetto che si fa notare, molto più di una semplice sospensione (o di un semplice pannello).
Il cliente, tra l’altro, è molto contento del risultato.
Bene anche quelli rotondi in sala relax, oltre ai verticali a parete

LvB Acoustics per TARGA TELEMATICS

[:it]Pannelli fonoassorbenti LvB negli uffici MINIMAX Rovigo[:en]Meeting room[:es]Sala para reuniones[:]

[:it]

Fonoassorbenza e luce in una sala riunioni d’impatto

Un’intuizione dell’architetto Davide Vason ha dato a questa sala riunioni un carattere particolare.

I pannelli MELODIA, qui nella versione con luce LED integrata, offrono un confort acustico ottimale, un’ottima resa estetica e, con le luci rasomuro, chiudono la prospettiva dell’ufficio con un’immagine di sicuro impatto.

Anche se con un intervento minimo, in termini di quantità di pannelli, è stato ottenuto l’effetto desiderato.

I pannelli fonoassorbenti LvB in questo caso sono stati installati con dei distanziatori che ne aumentano l’efficacia acustica e permettono l’inserimento delle luci LED. Le luci LED inserite nei pannelli fonoassorbenti possono essere anche comandate a distanza e avere la gestione cromatica RGB per aumentare ancora di più l’impatto della realizzazione.

 

 [:en]For the meeting room we used Sonata panels and Cover 2000 fabric.[:es]Para esta sala reuniones se han utilizado paneles Sonata y tejido Convert 2000[:]

Assorbimento VS isolamento acustico

fonoassVSfonoisSpesso ci viene richiesto il calcolo per simulare l’assorbimento acustico necessario ad un ambiente di cui poi scopriamo che il problema non è il rumore all’interno dell’ambiente stesso, ma quello al suo esterno.

Ci sembra quindi opportuno specificare la differenza, importantissima, fra assorbimento ed isolamento acustico.

Cominciamo dal fatto che il RUMORE, per definizione, è un suono fastidioso, è ciò che impedisce la concentrazione nel lavoro o non ci permette di ascoltare ciò che dice il nostro interlocutore, o semplicemente dà fastidio, tanto da divenire un elemento di forte disagio e causare stress alle persone

Può provenire da diverse fonti, all’interno dell’ambiente in cui siamo o all’esterno di esso.

Ci sono due modi distinti di gestire e controllare il rumore. Il primo riguarda il comportamento dell’edificio nei confronti dei suoni provenienti dal mondo esterno (o da altre abitazioni), ci riferiremo a questo concetto con il termine di fonoisolamento; il secondo invece riguarda gli aspetti acustici all’ambiente in cui si vive, come quest’ultimo si comporta nei confronti di eventuali sorgenti sonore interne ad esso, parleremo in tal caso di fonoassorbimento.

Differenziamo allora i due fenomeni e le due soluzioni:

VS

FONOISOLAMENTO

Quando rumori molesti provenienti da zone esterne all’ambiente analizzato passano attraverso i confini delle pareti e pavimenti per via aerea (quando per esempio si sentono le voci) e per via strutturale (le vibrazioni provocate dai colpi per esempio i passi del vicino), devono essere considerati e corretti nei modi opportuni.

L’isolamento acustico consiste nell’interposizione di un ostacolo alla trasmissione di energia sonora da un ambiente a un altro, isolando acusticamente un ambiente dai suoni provenienti dal mondo esterno e viceversa.
Le modalità con cui si propaga il suono da un ambiente all’altro sono diverse, pertanto anche le azioni necessarie per contrastare tale diffusione rispecchiano tale diversità.

Per un corretto isolamento acustico gli interventi devono essere previsti in fase progettuale e attuati durante la costruzione dell’edificio, poiché agiscono direttamente sugli elementi costruttivi dell’edificio, in quanto mezzo di propagazione del suono..

FONOASSORBIMENTO

L’assorbimento acustico, di cui abbiamo già parlato, risolve il problema del riverbero (fenomeno acustico legato alla riflessione dell’onda sonora da parte di un ostacolo posto davanti alla fonte sonora) all’interno degli spazi.

Le superfici dure presenti all’interno di un ambiente non solo riflettono il suono, ma possono addirittura amplificarlo creando non pochi disagi. Introducendo nell’ambiente materiale fonoassorbente si migliora la qualità acustica intercettando l’energia sonora.

Importantissima, ai fini dell’efficacia dell’azione fonoassorbente è la posizione nello spazio degli elementi assorbenti, ma ne parleremo in un’altro articolo.

I pannelli fonoassorbenti LvB agiscono proprio sull’assorbimento acustico, limitando la propagazione delle onde riflesse sui materiali presenti nell’ambiente.

Riassumendo:

    • Se il rumore che trovate fastidioso proviene dall’esterno, anche dall’ufficio vicino, l’intervento consigliato è strutturale e potrà essere applicato durante un’eventuale ristrutturazione dell’edificio.

 

  • Se il disagio è provocato dal rumore di fondo e la fonte di questo è all’interno dell’ambiente, allora sei nel posto giusto: hai proprio bisogno di pannelli fonoassorbenti.

Ora devi solamente fare un’analisi dell’ambiente per capire qual è il tempo di riverbero ottimale e la superficie fonoassorbente necessaria per ridurre il problema del riverbero.

[:it]LvB al Cerstile 2015[:en]LvB at Cerstile 2015[:es]LvB al Cerstile 2015[:]

[:it]LvB è stato ospite dell’installazione Cerstile, durante il CERSAIE 2015 a Bologna.

I pannelli LvB Concerto individuali, con appoggio circolare e tessuto Fenice 505, sono stati utilizzati per ridurre il riverbero nella zona centrale (La piazza) e per delimitare visivamente lo spazio: un risultato veramente significativo per il “debutto” ufficiale dei nostri pannelli.

L’allestimento è stato curato dagli  architetti Davide Vercelli e Angelo Dall’Aglio, mentre le fotografie ufficiali da Saverio Lombardi Vallauri.

Insieme ad altri espositori fra i quali Vitra, Eternoivica, Flos, Molteni & C.

Ecco le fotografie ed un’intervista al titolare di Ambiente Ufficio (azienda che produce i pannelli LvB), Mauro Longo.

[:en]LvB panels Concerto whit circuolar bases and Fabric Fenice 505,[:es]Los paneles LvB Concerto individuales, con apoyo circular y tejido Fenice 505,[:]

[:it]Sala riunioni in un ufficio professionale[:en]Meeting room[:es]Sala para reuniones[:]

[:it]Per i professionisti l’immagine è importante, per questo quando accolgono i propri clienti in studio, tutto deve essere perfetto, ordinato, coordinato, ma se poi l’acustica non è curata, il disagio che viene provocato rischia di compromettere qualsiasi tipo di rapporto lavorativo.

Siamo intervenuti con i pannelli LvB nella sala riunioni di uno studio professionale, integrando la disposizione geometrica, tessuti e colori all’arredamento preesistente.

Il risultato si è rivelato un successo sia visivamente che acusticamente: entrando nell’ambiente si percepisce chiaramente la diminuzione del riverbero e allo stesso tempo ci si trova in uno spazio coerente ed omogeneo.

Per la sala ruiunioni è stata utilizzata una composizione di pannelli Sonata rivestiti con tessuto Convert 2000

 [:en]For the meeting room we used Sonata panels and Cover 2000 fabric.[:es]Para esta sala reuniones se han utilizado paneles Sonata y tejido Convert 2000[:]