Musica e Rumore

Tutti abbiamo un’idea personale della differenza fra Musica e Rumore, legata soprattutto al benessere e al fastidio, ma anche ai gusti personali, cultura, epoca: è un concetto molto soggettivo. Approfondendo e studiando le onde acustiche, ci accorgiamo che quando si tratta di Musica, il suono presenta un andamento e delle frequenze che si ripetono ritmicamente, mentre quando si tratta di rumore, il suono ha un andamento disordinato ed i valori delle frequenze non hanno un legame ben definito.

Musica: ci hai insegnato a vedere con l’orecchio e a udire con il cuore

Kahlil Gibran

Come trasportiamo queste nozioni nella vita in ufficio, nei ristoranti, negli spazi di ogni giorno?

Sappiamo benissimo che oggi giorno si utilizza la musica per rendere più ameni alcuni ambienti come i ristoranti, i centri commerciali, le hall degli alberghi e sempre di più anche gli uffici.

Studi recenti hanno dimostrato che la musica, con la sua ritmicità, favorisce la concentrazione, la serenità nel luogo di lavoro.

La musica condivide con il lavoro e con la vita il ritmo ripetitivo e lo stesso linguaggio del pensiero

Giulio Cassano

L’utilizzo della musica diminuisce lo stress e favorisce la soddisfazione dei dipendenti (fonte WOW webmagazine); bisogna però ammettere anche che la produzione di suoni armonici e piacevoli è anche legata al tentativo di nascondere i rumori di sottofondo che, com’è noto, sono invece fonte di disagio, distrazione e diminuzione della produttività.

Non sarebbe meglio ascoltare musica senza i rumori di sottofondo?

Ecco perché l’ideale sarebbe integrare ai sistemi di riproduzione musicale. Noi ci stiamo già pensando!

I pannelli fonoassorbenti possono essere usati in modo integrato ai sistemi sonori: giustapposti, oppure progettati direttamente tenendo conto dell’emissione della musica.

L’ufficio, l’ambiente lavorativo o di svago possono essere gestiti al meglio dal punto di vista acustico producendo suoni gradevoli ed eliminando quelli sgradevoli, ottenendo così un ambiente che fornisce benessere acustico.

Vi lasciamo un esempio di musica da usare durante le ore di lavoro:  come abbiamo detto prima, è tutto soggettivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *